12/08/08

Ah... la France...

Brest - Francia, 2002

La Littizzetto direbbe ‘sola come un gambo di sedano’, io direi ‘libera’ come il cielo di mezzogiorno…
E’ solo questione di inquadratura… Ognuno ha la sua macchina fotografica e la posa come crede. Io sono una persona positiva e cerco di vedere le cose a colori…
Insomma, quella fu una vacanza in solitudine o, meglio, in completa sovranita’.
Partii in una mattina d’autunno, quelle che mi piacciono tanto, dove i profumi si confondono l’un l’altro in una danza olfattivamente sublime…
Mi lasciai attrarre dal parco regionale di Armorique, dall’idea di passeggiare sull'arcipelago di Molene Ouessant e accanto ai cosiddetti ‘abers’… cosi’, dopo aver prenotato una camera all’Hotel Oceania (in centro), decisi di partire.
La sera in cui arrivai a Brest, decisi di mangiare presso un ristorante famoso per le sue crepes, che ebbi occasione di vedere in fotografia tempo prima… innamorandomene immediatamente… L’interno si basa su due colori che io adoro: il rosso e il nero, con un tocco leggero di bianco che calca i bordi delle decorazioni a muro…
Mi sedetti estasiata, ordinando quello che mi ero prefissata.. L’ambiente era molto accogliente, il personale gentilissimo e la cena squisita.
Davanti al mio tavolo, mentre la mia gola si godeva il cibo, si sedette un uomo elegantissimo, trentacinque anni al massimo, con evidente charme e, non lo nascondo, una vera delizia per gli occhi… Solo anche lui. Si mise nella sedia di fronte, dunque non potei fare a meno di continuare a fissarlo… Ordino’ da mangiare e, quando glielo portarono, sussurro’ qualcosa al cameriere che subito dopo venne a riportarlo a me:
- Excusez-moi, le Monsieur demande s'il peut manger avec vous...
Mangiare con me ? Li’ per li’ non seppi cosa rispondere. Tentennai un attimo per poi lasciarmi sfuggire…
- Bien sur…
Mentre il cameriere portava una bottiglia di buon vino, quell’uomo d’altri tempi appoggio’ le sue pietanze sul mio tavolo, si presento’ e mi bacio’ la mano. DI colpo sembravo catapultata nell’ottocento…
Iniziammo una semplice conversazione, raccontandoci la nostra vita sommariamente, trasmettendoci informazioni poco personali, generiche, ma comunque interessanti…
Mi chiese come mai fossi sola in quel bel ristorante… e non potei resistere dal rispondere, nella sua lingua, ‘per il suo stesso motivo’, anche se non avevo idea di quale fosse.
Passammo al bistro diverse ore, deliziandoci anche con un gustoso e raffinato dessert… Quell’uomo era davvero gradevole. Il suo modo di parlare, la sua galanteria, la simpatia con quelle battute mai scontate… Nonostante questo, dopo aver deciso di darci anche ‘del tu’, quando mi chiese di uscire per una passeggiata rimasi nel dubbio se accettare o meno…
Sono una persona molto socievole, che non teme di certo le persone, sicura di me anche con l’aiuto della mia esperienza in campo lavorativo, ma proprio per questo ho sempre un occhio attento e evito di camminare troppo sopra le nuvole…
Lui vide la mia titubanza e mi tranquillizzo’ dicendomi che saremmo rimasti in zona, dove la gente non mancava di certo. Cosi’ lo presi sottobraccio e ci incamminammo dopo aver alleggerito il portafogli con il conto del ristorante… A lato della strada una musica avvolgeva i passanti… Erano musicisti occasionali che inanellavano melodie di una Francia quasi dimenticata…
- Tu veux danser?
Ballare... In mezzo alla strada. Davanti a questa folla di persone statiche???
- Absolument!
E fu cosi’ che lo spettacolo inizio’… Non mi accorsi neppure di quelli che si fermarono a guardare… Mi lasciai travolgere dalla sua sana follia…
Donammo una consistente cifra di ringraziamento ai due deliziosi suonatori e continuammo quel percorso in una cittadina tranquilla e silenziosa… fino a dove riuscimmo a scorgere il mare…
La sera si fece notte… e cominciai a sentirmi stanca… e forse questo mi porto’ a un pizzico d’imprudenza che in altre circostanze non mi sarei mai permessa, invitandolo nella mia stanza d'albergo per un drink e una sigaretta…
Il drink e la sigaretta diventarono sesso, in cui vidi la sua galanteria trasformarsi in desiderio sotto le mie attenzioni…
Una persona cosi’ posata, tranquilla, romantica, gentile… a letto si trasformo’ in un uomo assetato, voglioso, positivamente violento, caldo, incredibilmente passionale…
E poi c’e’ ancora chi dice che i francesi sono freddi… Basta saperli ammorbidire… ma non dappertutto, eh…
La mia vacanza solitaria fini’ per trasformarsi in un'avventura a due… piacevole, divertente, sfrontata, piena di passione… con poca trasgressione, ma (in questo caso) gradevole anche per questo motivo…


Mi e’ rimasto addosso il ricordo di quella citta’, delle sue strade, delle sue piazze, del mare agitato e di un gentiluomo bellissimo, che salutai con un pensiero sincero: extraordinaire!



30 commenti:

Fra ha detto...

Ma allora son il primo???Mhuahuahua

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ci sono anche ricordi piacevoli allora per fortuna :-)))

Ciao!
Daniele

Anna ha detto...

Eccomi qua. Vabbè, sorvolo sulla cena lasciata pagare da lui: io non lo avrei mai fatto. Non perché non accetti la galanteria degli uomini, anzi, mi fa molto piacere. Ma non la avrei accettata da uno sconosciuto. Ma questo, come detto già, fa parte della formazione di tipo diverso dalla tua.
Passiamo alle cose piacevoli :-)
Il dopo cena: cacchio, un'esperienza che ogni donna desidera. Un gentleman che a letto si trasforma in un amante insaziabile e determinato.Anche se un pizzico di trasgressione non guasta mai, posso dire, cherie,che sei stata davvero fortunata.

intrigantipassioni ha detto...

@fra ... e io ne sono onorata!!!

@daniele verzetti ... Ci sono sempre ricordi piacevoli, basta saperli raccontare senza mai scordarli... :-)

@anna ... Beh, non mi sorprende... tu non avresti nemmeno accettato la casa eheheheheh :-) ... Sai, odio farmi pagare le cose dagli altri e lo dimostra il fatto che di solito offro io (agli amici, ovvio)... sinceramente non mi andava di raccontare per filo e per segno, ma quando si e' trattato di pagare io gli ho chiesto di poter fare 'alla romana', ma lui era molto determinato... e non mi andava di discutere in ristorante con una persona cosi' insistente :-)

.. la trasgressione e' il profumo della mia vita... quella volta la dovetti accantonare un po', ma, come ho scritto, ogni tanto non guasta .. c'e' pur sempre la fantasia da far lavorare ... ;-)

... a presto, bella... :-)

Tony Pannone ha detto...

Pensa che noia se al ristorante non fosse arrivato nessuno..... di solito quando sto da solo non mi fila nessuna, quando sto con mia moglie tutte a guardarmi come'è?... comunque quante volte ho desiderato cio' che è capitato a te e un po' mi sono messo al posto del Gentilmen.. io t'avrai dato un anticipo di trasgressivita' magari gia' al ristorante qualche tocchettino leggero sfiorante sul si forse, o no, ti avrei mantenuta sul bilico di un brivido sempre presente attento a non far cadere mai minimamente il tuo sorriso per sfociare in un intesa conquistata in breve con i mezzi dell'improvvisazione e dello sguardo di compiacenza e come se solo tu ci fossi in quel momento esolo a te comunicandoti senza dirtelo le mie intenzioni azzardate ma come se ci appartenessero da sempre... con la certezza guadagnata che una volta alzati dal tavolo l'unico posto in cui andare fosse un letto morbido e fresco da dividere in due.... prima per strada sotto il primo lampione t'avrei baciata lungamente facendoti perdere l'equilibrio e il senso del tempo per un attimo solo per un attimo.............. ma questi son sogni ..... ciao alla prossima mi alzo in volo poi torno sicuro; vedrai.......

SerialLicker ha detto...

della Bretagna ricordo paesaggi incredibili, le scogliere, il verde che diventa mare senza soluzione di continuità, la pioggerella sottile, i gusci delle ostriche a disposizione dei gabbiani sulla spiaggia di Cancale, e soprattutto un'incredibile serata a due, a mezza via tra il tramonto e le prime stelle, su una spiaggia deserta e ventosa, a fare passi indietro lenti e regolari, per assecondare l'arrivo della marea...
peccato non essere arrivato fino a Brest, uffa...

(ps... "basta saperli ammorbidire, ma non dappertutto..." eheheh, il "come disse cicciolina club" chiederà i diritti d'autore)

(pps... anna, santi numi, sempre lì a fare i conti... eheheheheheh)

Balua ha detto...

Intri.....



... mi hanno rapita al lavoro ma recupererò tutti gli arretrati!!!!

intanto mi stampo questo!!!!

orchy ha detto...

un passaggio rapido per un saluto... si tratta di cambiare valigie...da estive a invernali..ihihihihhii....

P.S ma allora è proprio vero che i francesi sono dei bravi e tranquilli amanti.... :-)
Ciaooooo :-)))

max-buck-office ha detto...

Ma vuoi scatenare la nostra invidia?
Anche io sono stato a Parigi ma c'era mia moglie e quindi ....
Sono un cucù ... e basta ...

intrigantipassioni ha detto...

@tony pannone ... Se devo essere sincera io sto bene da sola, anche al ristorante... pero' quando trovo queste gradevoli compagnie certamente e' meglio :-)
Quell'uomo era troppo galante per commettere azioni quali hai descritto tu. Sicuramente non si sarebbe 'imposto' cosi'... ;-)
Il lampione e il bacio non sono male... La prossima volta, a cena, ci vado con te, allora?

@mr.licker ... Il tempo per arrivare fino a Brest lo troverai. Meglio se non ci sei andato, cosi' hai una 'scusa' per tornare di nuovo in Bretagne :-) ... e te lo consiglio vivamente. Magari fai anche una capatina nel ristorante citato, vale proprio la pena (gentlemen a parte)... ;-)

ps: i diritti non te li devo nemmeno concedere, e' un onore se userai una mia frase creata ad hoc....

ciao, bello...

@balua ... Guarda che non puoi andartene cosi' eh, devi tornare prestissimissimo! Con quelli del lavoro ci penso io! :-D

@orchy ... Certo che e' vero! Ma non posso dirtelo io: devo provare! hihihi...
Grazie per il saluto, cara... Io aspetto la neve....

@max-buck-office ... Volevi un gentlemen anche tu? Ahahaha... Scherzi a parte, fai una vacanza da solo, cosi' magari qualche gentle-woman ti avvicina, no? :-)
Ciao!
Cucu', cucu', cucu'...

Max ha detto...

La bretagne è bellissima, il racconto che hai scritto è un sogno. Sembra una sceneggiatura di un film..francese..di quelli intinisti che mi piacciono tanto. Il caso, la voglia di mettersi in gioco, l'emozione che ne viene.....producono tutto il resto come in un quadro patinato in un'atmosfera autunnale. Sublime !

Fra ha detto...

Ci tengo a sottolineare che la prima volta che ho letto ho pensato "ma le è successo veramente o scrive libri?No,perchè se scrive libri mi son perso un'autrice fantastica!" non sono riuscito a staccare gli occhi nemmemo per guardare chi entrasse in negozio!!!!
Ed io che pensavo che queste cose accadessero solo nei film!!!!
Complimenti!!!!
Ma poi non vi siete più rivisti?(Fra fatti i fatti tuoi!!)

intrigantipassioni ha detto...

@max .. mi piace condividere piccoli pezzi della mia vita con chi apprezza i miei umili racconti...
Vedi, quando ricordo questi episodi e' come se mi immergessi nuovamente in quell'esatto momento... forse per questo motivo riesco a trasmettere le sensazioni... :-)
... grazie, caro max...

@fra ... :-)... ti ringrazio sinceramente, ma non mi sento un'autrice. Credo che le persone diventino brave a scrivere soprattutto quando le storie riguardano loro stesse, come dicevo prima a max ...
... sono felice tu abbia apprezzato e non puo' che stimolare i miei ricordi per contonuare le piccole storie della mia vita...
Per rispondere alla tua domanda: non ci siamo piu' rivisti e non saprei nemmeno come trovarlo... ma e' stato giusto cosi', con lui e con altri...
Ti abbraccio, fra... :-)

holden ha detto...

Interessante il tuo blog.
(di solito si inizia cosi).
Oggi è il 13 agosto, domani il 14 agosto .
Anche io ho dei bei ricordi della Francia, tranne due volte quando mi hanno accompagnato alla frontiera come indesiderato.
ciao

nonsoloattimi ha detto...

Ehmm... non mi puoi dare per caso l'indirizzo del ristorante? hehheehheh
a parte gli scherzi, penso sia stata un'esperienza indimenticabile... delicato il modo in cui lo hai descritto...

Kniendich ha detto...

Sono stato in Francia con la mia compagna, dunque calato in una ottica del tutto differente da quella da te ben descritta.

La trasgressione lascia quasi sempre un dolce gusto in bocca... sarà per questo che non so mai dirle di no.. :)

intrigantipassioni ha detto...

@holden ... Domani e' il 15 agosto.... mbe'? :-)
E non iniziare come s'inizia di solito, ci vuole inventiva!
... Ciao ;-)

@nonsoloattimi ... Guarda, l'indirizzo del ristorante te lo posso dare, se vuoi. Credo ci siano anche foto da qualche parte su Internet perche' le vidi a suo tempo. Il dilemma e': ci sara' un gentiluomo o non ci sara'? :-)
Grazie... a presto, Claudia.

@kniendich ... E cosi' non riesci a dirle di no, eh? Interessante, molto interessante...

tempesta ha detto...

finqlmente qualcosa di veramente piacevole,passionale adoro queste situazioni.un abbraccio

Tony Pannone ha detto...

Gli uomini passano il tempo a mangiarsi le unghie sognando una passione...... L'Anima la vive...buone vacanze e a presto.

Emi ha detto...

non ho ancora deciso dove andare in vacanza la prossima settimana...ma quasi quasi mi faccio un giretto in Francia...dove sei andata esattamente? sembra un posto carino :) da come lo descrivi...
grazie per l'aiuto sul mio blog.
oggi sono riuscita a postare un video dopo un intero pomeriggio,
quando torno dalla mia mini vacanza ti chiederò aiuto per mettere la musica di sottofondo, se non riesco da sola.
buon ferragosto e a presto
ps...ti ho messo nei miei link

nonsoloattimi ha detto...

... certo, è un dilemma... ma penso sia il caso di andare a verificare, non vorrai mica che io rimanga con il dubbio??? ;)))

Kniendich ha detto...

Ehh .. no.. proprio no.. :)

Buon Ferragosto..

Balua ha detto...

... ooookkkk...

.. rieccola qui, la Balua..

Che con aria sognante chiede.. ma com'era la cena????

☺☺☺

intrigantipassioni ha detto...

@tempesta … se volessimo leggere qualcosa di veramente passionale dovremmo solo visitare il tuo blog :-)
… grazie, cara…

@tony pannone … si’, sono convinta che vivere le passioni sia importante, gratificante… e incredibilmente travolgente… Buone vacanze a te :-)

@emi … innanzi tutto benvenuta :-)
… come ho scritto nel racconto sono andata a Brest, Hotel Oceania (piccolo spazio pubblicita’ eheheh)… io un giro lo farei, e’ una zona molto rilassante, dove la tranquillita’ e’ di casa.
Per l’aiuto sul tuo blog non c’e’ problema, se dovessi avere bisogno mi trovi qui…
Ti metto nella mia lista e, per ora, ti abbraccio :-)

@nonsoloattimi … Mai rimanere con i dubbi! Sacrilegio! … vacci, vacci, non puoi evitare di fare una controllatina … ;-)

@kniendich … questo non puo’ che farmi piacere, non credi? ;-)

@balua … tesoro! Sei fra noi, allora? Finalmente!!!! … la cena era squisita, non meno del dopocena… ;-)

Raggio di sole ha detto...

...^___________^....se vai sul link è il primo !!!
Buona giornata

Raggio di sole ha detto...

....wow !..una bella vacanza francese.......quando ritorni ?? ^____^

nonsoloattimi ha detto...

ma non ci vado solo... corro... volo... mi ci teletrasporto!!!!;)))

Alby ha detto...

Ho passato anni in francia, in costa azzurra, la francia la considero quasi come una seconda patria, tutte le volte che ci andavo per me era come vivere una vita diversa, mi trovavo bene, vivevo come se fossi un'altra persona, negli anni trascorsi avevo conosciuto una ragazza che mi aveva aperto il suo cuore e forse se io nn avevo il lavoro qui sicuramente ero gia sposato con lei, era dolce, cara, molto gentile con me, ogni volta lasciarci per la mia partenza era tragedia, lei piangeva molto quel giorno e io andavo via sempre con la promessa di ritornare da lei, poi un giorno per scelte di vita fini quella storia cosi bella, ma nei miei ricordi è sempre rimasta. La galenteria secondo me nn è portata dal posto ma dall'indole di un uomo che porta dentro, anche in altri paesi esiste la galenteria è che al giorno d'oggi quasi quasi nn è di tutti. ciao

Anna ha detto...

Sei in vacanza?

intrigantipassioni ha detto...

@raggio di sole ... ci sono andata nel 2002! ... anche se magari sarebbe stato meglio non tornare... eheheh

@nonsoloattimi .... io ti accompagno e tu porti l'uomo delle fotografia nel tuo blog ;-)

@alby ... grazie di questa gradita visita!
... credo anch'io che la galanteria non sia geografica, sono certa che nel mondo c'e' ancora chi ne sa assaporare il frutto...
... aspetto un tuo ritorno :-)

@anna ... ci vado stasera, per pochi giorni :-)

...................................