10/10/08

e' un arrivederci


Ho sempre saputo della crudelta’ della vita, delle menzogne a cui siamo sottoposti, le difficolta’ che a volte ci sembrano invalicabili e tutta quella solitudine che in alcuni momenti comprime il cuore come un peso insopportabile. L’ho sempre saputo e ne parlavamo spesso, io e te. Ne sono confrontata ogni momento, ogni istante. Quando sento suonare il telefono penso che e’ venuto fuori l’orrore del mondo un’altra volta. E molte volte indovino.
Quante chiacchierate, noi due, sulle note dei Dire Straits che tanto adori, a deridere la vita con quel sarcasmo cinico che ci ha sempre contraddistinti e resi quasi “incompresi” e marchiati. E sorrido pensando a quella battuta che sei riuscito a far affluire dai tuoi giorni piu’ sereni:
- Siamo come due Dr.House del cazzo, due premi nobel buzzurri e inflessibili!
Lo so che non sei felice... Due giorni fa ti ho ripetuto che e’ sempre possibile cambiare le cose, ma mi sembra di sentire ancora quelle parole:
- Cambiare le cose? Io non posso resuscitare nessuno, ne’ bloccare quell’incidente.... ‘fanculo a questo grande “burattinaio” che c’e’ nel cielo e che ha giocato con la marionetta sbagliata.
Perdere tua moglie ti ha fatto diventare un’altra persona. Hai venduto tutto e ti sei ritrovato con un pugno di mosche. Amici di quelli che se ne vantano, ma poi spariscono quando ce n’e’ piu’ bisogno o non riescono, loro malgrado, ad accorgersi del dolore che si cela dentro i tuoi occhi. A volte basterebbe solo stare con te in silenzio. Staresti meglio. E’ passato tanto tempo da quell’evento traumatico.... Quello che volevo era poterti aiutare a sorridere almeno un po’. Ogni tanto ci riuscivo e per me era un momento speciale... come te.
Vederti inerme su quel freddo tavolo d’acciaio mi ha straziata. Ho pensato avessi deciso di sparire da questo mondo per tua volonta’... Invece e’ tua moglie che ti ha reclamato e stroncato con quell’attacco.... Sapevo che non sei un vigliacco. Nonostante tutto avresti continuato a vivere, se te lo avessero permesso.
La tua bocca disegnava una specie di micro-sorriso. Sei felice perche’ l’hai ritrovata. Io lo so. Prima ti ho parlato.... e sono sicura tu abbia sentito ogni parola. Avrei voluto che ti alzassi e mi dicessi:
- E dai, cazzona, credevi davvero che ti potessi piantare cosi’?
E invece non l’hai fatto. Non mi abituero’ mai a questo tipo di abbandoni, anche se so bene che la morte e’ un incidente di percorso. La vedo tutti i giorni, eppure ogni volta mi procura sensazioni diverse. E poi sei tu... Sei una delle persone che mi e’ sempre stato vicino, anche quando vivevi felicemente con tua moglie. Trovavi il tempo per venire da me e passavamo serate splendide. Qualche volta veniva anche lei... erano sere favolose. Lei era di una solarita’ rara... e tu. Beh... te l’ho detto stanotte.
Mi sono dovuta sedere qui, a scrivere tutto questo, per non esplodere, per trovare una valvola di sfogo, per darti vita ancora... Perche’ in verita’ vorrei scappare, mettermi a correre e scoppiare. Non ce la faccio... Non riesco. Ed allora scrivo...
Cazzo, cazzo, cazzo!!!!
Avevamo ancora tante cose da fare, TU avevi ancora tante cose da fare. Sei giovane, cazzo!!! L’anno prossimo saremmo partiti per Panama’... ricordo il tuo sorriso quando ti proponemmo il tour.
- Davvero volete che venga anch’io?
Si’, si’, cazzo! Dovevi venirci... E, in qualche modo, ci verrai.... Ci andro' per portarti con noi....

La verita’ e’ che mi sento spiazzata, in gabbia, impotente. Sei stato un fratello, uno di quelli solidi, che ci sono sempre, a cui basta uno sguardo per capire tutto. Schietto e sincero, ho ricevuto due schiaffoni da te... e sono serviti, hai fatto bene, avevo esagerato. Mi hai voluto davvero bene e io a te. Quando la mia vita e’ stata spezzata da quell’evento sei stato tu ad appoggiarmi in ogni momento, poi lo stesso distruttivo dolore e’ toccato a te....

Ci siamo fatti una promessa. Giuro che non la dimentichero'....
La tua amicizia e’ un raggio di sole, per me, dal primo istante in cui ti ho guardato negli occhi.
Ed ora ho freddo. Tanto....






PS: uso la tua canzone, che una volta mi hai dedicato... e' il modo migliore per abbracciarti. Grazie.

35 commenti:

Pellescura ha detto...

In questi casi è smpre difficile trovare delle parole consone, almeno per me...

Pupottina ha detto...

sento comuni a me queste tue parole: "Non mi abituero’ mai a questo tipo di abbandoni, anche se so bene che la morte e’ un incidente di percorso. La vedo tutti i giorni, eppure ogni volta mi procura sensazioni diverse."

:-(

DIDI ha detto...

LA MORTE CI ASPETTA SEMPRE DIETRO L'ANGOLO...CI PROCURA SOFFERENZA...E OGNI VOLTA CHE LA INCONTRIAMO NON SIAMO PIU GLI STESSI...CAMBIAMO...DENTRO E FUORI...NON ESISTONO PAROLE CONSONE A QUESTI EVENTI...ESISTONO SOLTANTO GESTI...SONO QUELLI CHE VENGONO APPREZZATI...ESISTONO GLI OCCHI PER CONTINUARE A VEDERE TUTTO QUELLO CHE CONTINUA AD ESSERE PER GLI ALTRI...E CHE PER NOI NN E' PIU NULLA DI IMPORTANTE...

Kaishe ha detto...

Questo post è la dichiarazione che la morte non fa sparire le persone...
Scusa se commento, ma mi è stato impossibile leggerti e passare oltre...
Quando penso al mio amico che non c'è più ora non provo più rabbia (perfino verso di lui...) ma la felicità di averlòo avuto e la sensazione di averlo ancora... davvero per sempre.

Tintarella di... Luna ha detto...

Cara...ho pianto con te(e ancora lo sto facendo)leggendo questo post,non so forse ormai mi sono affezionata a te e ogni tuo dolore diventa il mio.
La morte spesso ci appare come la cosa più ingiusta che ci possa essere,ma più che la morta in se,è la perdita di una persona che ci fa star male,il non poterla vedere più,il non poter sentire la voce,guardarsi negli occhi e poi tutte quelle cose non dette...che mai più verranno.
Ti sto vicina,tanto,con il cuore e con la mente.Non oso dirti più nulla tanto lo so in qjuesti momenti le parole non hanno senso,non valgono.
Un bacio,aspettando che il sole torni a sorgere.

Balua ha detto...

.. Intri..

.. davvero in questo momenti le parole sono superflue.
Sfogati e scrivi all'impazzata sulla tastiera.. Urla se vuoi.. manifesta la tua impotenza di fronte ad eventi più grandi di noi.. Questo è il momento del dolore e dello sfogo.

Poi però..

.. ti ricordo solo le parole che ci siamo dette tempo fa..

"..Siamo state fortunate ad aver avuto, anche solo per un breve tratto, persone così speciali accanto a noi.. "

.. se l'alternativa fosse stata non averle.. il dolore che ora stai provando è davvero nulla in confronto.

Presto il sole di Panamà scalderà in tuo cuore, a anche il suo che da qualche parte, con la sua compagna di vita per l'eternità, ti farà l'occhiolino e quando sertirai un raggio più caldo che ti accarezza il viso, saprai che è una sua carezza.

Ti abbraccio stretta

Lieve ha detto...

Mi dispiace tanto...
Sarebbe bello poter scrivere solo di cose belle e di felicità, ma la vita riserva anche brutte sorprese e forse è proprio allora che si avverte di più l'esigenza di uno sfogo.
Tieni il tuo amico nel cuore, parla di lui quando ti va e ricordalo sempre...
Un abbraccio

SerialLicker ha detto...

un silenzioso abbraccio, e una tazza di tisana

non possiamo fare molto, se non starti vicino. E scoprirai che questo strano mondo virtuale saprà volerti bene come nemmeno ti aspetti... il che non colma nessun vuoto, ma fa sentire meno abbandonati...

zefirina ha detto...

ho solo lacrime...ancora una volta solo quelle.... lacrime e silen zio e gelo

però a te ti abbraccio e ....
bè lo sai

Anna ha detto...

Nulla da aggiungere alle tue parole: solamente prenderne atto.
Io sono qui.
Un bacio.
A.

tempesta ha detto...

LE LACRIME MI STANNO SOLCANDO LE GUANCE...NON ESISTONO PAROLE O FRASI CONSONE A TUTTO QUESTO.....MANTIENI LA PROMESSA ...DARAI TANTO AMORE ANCORA AL TUO AMICO.UN BACIO

ladyoscar ha detto...

So che il dolore è insopportabile, ma tieni stretto il tuo amico nel tuo cuore. Vivrà con te.
ti abbraccio forte

me, just an Italian man ha detto...

..la morte e l'amore..
il dolore è forte sia quando finisce un amore, sia quando si perde una persona cara.. ma la perdita dell'amore è solo una cosa temporanea.. la morte è un mistero, è una cosa troppo definitiva e impietosa.. a me ha sempre fatto paura.
Comunque vada, ognuno di noi mantiene sempre in sè il ricordo di quelle persone che ci hanno accompagnato anche per un breve periodo in questo nostro viaggio.. è anche grazie a loro che diventiamo persone migliori..
Le persone a noi care a volte ci lasciano troppo presto, ma l'amore.. il sentimento che abbiamo provato per loro.. beh! l'amore rimane..

LaLu ha detto...

Tesoro mio...in questo momento vorrei essere lì ad abbracciarti, a tenerti stretta in silenzio, so che non posso esserci ma so che quel abbraccio lo senti...ti sono vicino ed è come se soffrissi con te...mi dispiace davvero...lo sai meglio di me che davanti a certe cose non si puù fare altro che restare fermi...ed è anche vero che ci sono troppe parole inutili in questi casi...ma non sei da sola...ricordatelo...

marce ha detto...

Davanti al gelido passaggio della morte non ci sono parole. Solo solidarietà e un pensiero. Per te....

Domenico ha detto...

l'immortalità delle persone nasce propio da questo ricordarle e viverle sempre nel propio cuore .
sono cose che non riusciamo a capire chissà se siamo noi troppo piccoli per comprenderle oppure è così che doveva andare un bacio affettuoso da Domenico.

beatrice ha detto...

niente parole.
un abbraccio, forte e caldo.
un maglione pronto a bagnarsi delle tue lacrime.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Mi spiace. Difficile dire altro. Le parole servono poco in questi casi.

Kniendich ha detto...

Non ho parole, almeno non quelle che potrebbero positivamente servire in casi terribili del genere..
La morte è qualcosa che non accetterò mai, non la capisco, non ha senso... nascere costruirsi una vita per poi abbandonare tutto.. no, non lo credo possibile di una entità fatta di amore e carità come quella che dicono essere lassù in cielo..

Io nel mio virtuale piccolo, ti sono vicino, e cerco di farti arrivare tutto il calore possibile..

Un abbraccio..

Max C ha detto...

E' la vita .... una ruota che gira ed a volte non gira come vorremmo noi. L'importante è non lasciare mai questione aperte, dirsi sempre tutto, volersi bene e non avere il timore di vivere con tutti e finchè ci siamo. Non possiamo fare altro, non possiamo preoccuparci perchè non serve, dobbiamo rassegnarci e andare a anti per vivere bene noi e per far vivere in noi chi non c'è più.
Sei molto sensibile e, per una persona che vive la vita come te, tutto è amplificato, un abbraccio forte e sincero.
C.

Pino Amoruso ha detto...

Ciao, mio malgrado qualcosa mi costringe a promuovere una iniziativa contro la Riforma Gelmini che mira a distruggere la scuola pubblica ed a creare migliaia di disoccupati. Troverete da me i link per sottoscrivere una petizione e per inviare una mail al Presidente della Repubblica...

Continuiamo a far "RETE"... Aiutatemi a diffondere il messaggio!!!

A presto ;)

intrigantipassioni ha detto...

Mi scuserete se non rispondo singolarmente, ma siete stati tutti molto affettuosi e pieni d’emozioni. Vi ringrazio, con tutto il mio cuore, per le stupende parole che ho letto, che avete voluto trasmettermi e che mi hanno davvero confortata ed aiutata. E’ vero: qui dentro ho trovato molti amici, molte persone che si mescolano nella folla, ma in realta’ sono davvero degli angeli.
Vi mando un abbraccio, il piu’ sentito che ho. E’ dura, molto dura... perdonate la mia assenza... ma, fidatevi, vi penso spesso. Grazie, grazie e grazie..... Siete unici.

PS: @pino amoroso ... Scusami se te lo dico, ma ho davvero poco apprezzato il tuo intervento su questo post per me molto importante ed emotivo. Non so come si fa, altrimenti mi sarei permessa, per la prima volta, di cancellare il tuo commento, cosi’ non avrei rovinato i miei ringraziamenti con questo P.S. Trovo irrispettoso e prepotente queste specie di “campagne pubblicitarie ed elettorali” che ogni tanto trovo sui commenti. Mi dispiace, ma dico sempre quello che penso.

STEFY ha detto...

Ciao INTRI,
sono ancora qui.... ma vista la tua lunga assenza, pensavo fosti andata in ferie.
Mi mancano le nostre chiaccherate su msn...
ma tra i casini al lavoro,
i muratori a casa,....
faccio una gran fatica a collegarmi, il pomeriggio e la sera.

me, just an Italian man ha detto...

Per cancellare i commenti schifosi, entra nel tuo blog and vai sui commenti che sono stati lasciati. Troverai un cestino alla fine di ogni commento, clicchi su quello e ti darà una pagina dove puoi buttarlo...butta, un abbraccione, Donna

Pupottina ha detto...

ritorno per dirti "bella colonna sonora!"

STEFY ha detto...

Buongiorno cara

ciclofrenia ha detto...

Cazzo.
Fottutamente toccante.
Complimenti.

zefirina ha detto...

hei mica è un obbligo e lo sai scrivere un post al giorno,non guardare me che soffro di disturbi ossessivi-compulsivi e ho scoperto di avere una bella dose di narcisismo

noi siamo qui
comunque

orchy ha detto...

Io la penso esattamente come kniendich..non accetterò mai...
Ti lascio il mio abbraccio perchè penso che in questi momenti le parole giuste non esistono...un bacio... ciao:-)

max-buck-office ha detto...

Leggendo questo post mi è venuto da piangere. Ho rivissuto il mio terribile incidente del 11.12.2004, dal quale, dopo avere rischiato di morire, non mi sono mai completamente ripreso.
Ringrazio mia moglie Marinella per avermi seguito fisicamente e moralmente per questi lunghi 4 anni senza nulla pretendere un cambio.
Purtroppo queste cose succedono.
Ciao cucù ...

indierocker ha detto...

ciao!!!

Balua ha detto...

Intri.... spero vada tutto bene....

Non ti vedo più nemmeno in msn....

LaStefy ha detto...

Non è che sia andata in ferie ??

Pietro ha detto...

Ciao

mIsi@Mistriani ha detto...

ciao..passata qui per caso..
.e temo di capire.e sentire tutto cio' che dici.
è perchè sento le stesse cose che ho aperto il blog.purtroppo.
il senso di solitudine,senza di lui.
purtroppo.

http://ilbuioequi.blogspot.com/2008/10/ogni-silenzio_09.html [se ti va]

un abbraccio.

...................................