13/03/08

il sesso di un UOMO


... sentire il suo corpo caldo che si appoggia sul mio... la pelle liscia che scorre su di me... i suoi muscoli che lentamente avvolgono le mie forme.... il suo respiro nell'orecchio che mi da' brividi ovunque.... e poi i suoi mugolii.... quei mugolii che mi fanno impazzire...
... mi piace sentirlo quando fa cosi'.... sentire la sua passione che si trasforma in melodia.... sentire che grazie a me lui prova piacere.... che siamo un corpo unico... dove le nostre menti non esistono... dove non c'e' la ragione... il buonsenso... solo la voglia di godere... di darsi l'uno all'altra... senza tabu' e limiti....
... passare una notte tra le sue mani.... posseduta dalla sua voglia di avermi.... guardata con quegli occhi che hanno lo sguardo del desiderio... soddisfarlo in tutte le sue fantasie.... confidargli le mie e attendere che si lasci guidare... lentamente... e poi con sempre piu' impeto... veemenza.... entusiasmo.... dolcezza e violenza....
... i suoi respiri.... lenti e veloci... le sue parole dolci o volgari... sempre meravigliosamente eccitante....
.... lasciarsi coinvolgere da ripetuti orgasmi senza precedenti.... sempre diversi.... stupendi... da godere in silenzio... da tradurre in respiri pieni di significato.... oppure da urlare finche' anche le pareti capiscano che razza di uomo ho nel mio letto.... sentire il suo siero vitale che mi riempie.... che mi entra nel corpo come una cascata sempre nuova.... con i suoi inconfondibili mugolii... che tremano e gridano allo stesso tempo.... sentire il sapore di un vero uomo......
e' cosi' che voglio quest'uomo.... e' cosi' che lo desidero... cosi' che l'ho conosciuto.... una sera piovosa di tanto tempo fa... in mezzo alla pioggia... e lui pronto con l'ombrello.... il solito caffe'.... e sesso sfrenato... a letto due giorni....... senza nemmeno sapere i nostri nomi... e' cosi' che non l'ho mai dimenticato... e e' cosi' che si e' ripresentato in questi giorni....



8 commenti:

Gianluca ha detto...

Mi hai fatto venire in mente il sax di Gato Barbieri e Paul che dice a Jeanne "Perchè hai frugato dentro le mie tasche? Se vuoi sapere qualcosa di me fruga dentro il mio slip".

zefirina ha detto...

mi hai fatto venire in mente dei bei ricordi

intrigantipassioni ha detto...

@gianluca.... come dargli torto....

@zefirina.... sono contenta di questo.... sono sempre ricordi particolari..... e belli

Lone Wolf ha detto...

Un'occasione che la pratagonista del tuo racconto non dovrebbe farsi sfuggire, dunque... ;|

Inenarrabile ha detto...

Ma dove sei finita?

SpiderPork ha detto...

Sei annegata nel siero vitale?

intrigantipassioni ha detto...

@lone wolf ... infatti non me la son fatta fuggire ;-)

@inenarrabile ... tra le pieghe del mio lavoro... ma adesso torno... non me ne vado cosi' in fretta ;-)

@spiderpork ... magari....

Tintarella di... Luna ha detto...

Già se ne incontrano veramente pochi di uomini così nella vita,forse più di uno già è tanto e quando se ne vanno ti lasciano dentro un vuoto che ti serve molto tempo per colmare,ma ti lasciano anche un ricordo imparagonabile con niente.

...................................