13/02/09

mio angelo

Mi basta pensarti e scrivere di te, che gia’ tremo, la gola mi si stringe e centinaia di sensazioni prendono il sopravvento… Subenta l’irrazionalita’ e la voglia di tornare indietro per abbracciarti forte come in quei 3759 giorni insieme.

… Fu una serata speciale, la nostra. Poco diversa dalle altre, e’ vero, ma eravamo cosi’, sempre innamorati come il primo giorno, dal primo istante in cui i nostri occhi si incrociarono…
Tutti quei sorrisi mi inebriavano e ogni parola che usciva dalla tua bocca si faceva spazio nel mio cuore per essere custodita per sempre…
Il chiarore della luna bussava alla finestra e guardandolo ci sembro’ di rivivere le notti in spiaggia, serene e piene d’amore incontaminato. Fu cosi’ anche quella sera… Ci scambiammo il sentimento piu’ forte del mondo come fosse il primo contatto, come se non avessimo mai vissuto l’amore tra noi…
Ti guardai intensamente negli occhi e mi persi di nuovo nell’immensita’ dell’uomo meraviglioso che mi ha donato l’amore piu’ grande che c’e’…
La notte arrivo’ in fretta e ricordo la fossetta accanto alla bocca mentre sorridente mi sussurrasti:
- Adesso devo andare a lavorare… ma portero’ con me tutto quello che siamo…
Ancora una volta la tua poesia non mi lascio’ indifferente e mi resi conto per la milionesima volta della grande fortuna di averti accanto nella vita. Ti baciai con tutta la passione che riucii a far uscire…
Sentii la porta chiudersi dietro di te e mi misi a letto con la solita sensazione di felicita’, sapendo che l’indomani saresti tornato a casa per ricominciare un altro giorno con me…

Il telefono risuono’ nella stanza con la forza di un secchio d’acqua sganciato sulla mia testa. Risposi con malavoglia, maledicendo il lavoro che mi risvegliava nuovamente di soprassalto e ricordandomi in seguito di aver dato la mia reperibilita’ incondizionata in quei giorni.
- C’e’ un incidente in via ******, c’e’ bisogno di te…
Il freddo del pavimento fece alzare dal letto il mio ultimo desiderio di dormire. Trangugiai un caffe’ nerissimo e corsi in strada con la velocita’ a cui ormai ero abituata.
La gente si era gia’ stretta attorno ai rottami sparsi qua e la’…. Odiavo la curiosita’ e tutte quelle persone smaniose di gustarsi uno straziante e tetro spettacolo mi fecero innervosire…
Piu’ in la’ intravidi a terra quello che restava di una moto, praticamente indistinguibile… ma il mio cuore vi si soffermo’ piu’ del solito, avvertendo un senso di famigliarita’…
Vidi il viso di alcuni sanitari guardarmi stravolti e un mio collega avvicinarsi correndo.
- Cosa ci fai qui? No, no… non te! Non ti dovevano mandare! Chi ti ha chiamata?
- Perche’??? Cosa dici? – rispose la mia voce affannata
- Vattene, vai via… Non puoi… - esclamo’ lui con un’espressione che non dimentichero’ mai
- Ma cosa cazzo vuoi??? Sei ammattito??? Cosa c’e’????
- Si tratta di … lui. Non entrare…
Lo spintonai cosi’ forte da farlo cadere. Persi la testa e credetti di essere pronta ad ucciderlo se mi avesse fermata di nuovo…. Cominciai a correre in direzione di quel corpo steso… E quando gli arrivai vicino lo riconobbi.
Lui, il mio amore… la mia ragione di vita, il solo che volevo sentire accanto a me… quello che ogni mattina mi preparava il caffe’ sul fuoco, che mi amava con tutto se stesso…
Non lo toccai… sapevo di non poterlo fare… ma continuai a dirgli che a sera lo avrei portato a casa e sarei rimasta con lui per curarlo…
Dopo un tempo interminabile e beffardo, il soccorritore alzo’ gli occhi verso di me, gli occhi lucidi e un’espressione che avevo visto decine e decine di volte rivolta ad altre persone… La sentenza fu lampante…
- Io… mi dispiace… non… non ce l’ha fatta… mi dispiace…
Sentii il ghiaccio annaspare nelle mie vene, la mia voce comincio’ a gridare ma io non riuscivo a percepirla, le gambe non riuscivano a sostenermi, mi invase una insistente voglia di vomitare tutto, anima compresa.…
Mi gettai su di lui… abbracciandolo con il sentimento di sempre.
Amore rispondi, ti prego parlami, apri gli occhi… Amore guardami, sono qui, per favore parlami, muoviti, Amore rispondi… Non voglio che vai via, io e te dobbiamo stare insieme… io ti amo… amore… per favore… di’ qualcosa… per favore… non lasciarmi sola… amore…
Il suo viso non si mosse e gli occhi rimasero semichiusi… avvertii un senso terribile d’impotenza, di pazzia, il fottuto pensiero che mi ripeteva che non l’avrei piu’ rivisto, che non avrebbe piu’ sorriso con me… mai piu’…
Non ricordo cio’ che avvenne dopo, ma so di aver preso a pugni il mio collega, di aver gridato fino a non avere piu’ voce, di essere rimasta a terra finche’ qualcuno mi prese di peso e mi mise in piedi, sostenendomi…
Non riuscii a piangere… Mi trattenni per giorni e giorni, finche’ dovetti guardarlo calare in un orribile buco di terra… E li’ tutto mi si rovescio’ addosso.
La verita’ e’ che avrei solo voluto morire… avrei fatto qualunque cosa perche’ questo capitasse… ormai ero sicura di non uscirne piu’, il dolore fu troppo forte, atroce, inimmaginabile Pensai che la mia vita fosse finita, che non mi sarei mai piu’ ripresa…
Ma oggi sono qui a raccontarlo…

Mio compagno di vita… sono qui a raccontare di te perche’ e’ solo grazie alla forza che mi hai trasmesso in tutti quegli anni che sono riuscita a ricominciare a vivere. Solo grazie alle parole che mi ripetevi ogni giorno, all’eterno amore che mi hai donato, al tuo modo di essere e di vedere le cose…
E’ stato terribile… ma ogni giorno sentivo la tua presenza accanto a me e la tua mano sulla mia spalla… mi hai sorretta e mi hai salvata da una fine graduale che mi ero imposta…
Meriti piu’ di un piccolo spazio in questo blog che fa parte di me… ma e’ solo un altro piccolo gesto per te, perche’ non ti ho mai dimenticato e non passa giorno che tu non sia nel mio pensiero…
Adesso ho un’altra vita… dopo tanto tempo ho un altro amore… ma so che tu sei felice di questo e so che sei stato tu a scegliere lui… GRAZIE.
Grazie di avermi regalato gli anni piu’ belli della mia vita…

(Il nostro primo incontro lo trovate qui)






Avion Travel – Dormi e Sogna



38 commenti:

SerialLicker ha detto...

ho troppe emozioni in testa per riuscire a non essere sconnesso, in quel che ti scriverò

ho un ricordo angosciante in testa, di una donna distesa a terra in una stradina del Sud della Francia, la sua bici accartocciata nel fosso, quella del marito (marito? forse) buttata a terra, accanto a lui che teneva le mani sul volto, sugli occhi e sulle orecchie dei due bimbi, le cui bici erano poco lontano. Ricordo la rianimatrice picchiare il suo massaggio cardiaco su quel petto. E la macchina, nel silenzio di quella stradina, faceva "bip... bip... bip..." ad ogni manata sul petto. E poi lei smetteva. E restava un "biiiiip..." lungo. Da quel giorno non conosco suono più triste e disperato di quel "biiip...". E io, con quella donna, non avevo nulla a che fare.

Per questo posso solo immaginare da molto lontano che cosa puoi aver provato tu. O forse no. Solo tu puoi immaginarlo. Ma, in fondo, questo tuo racconto conferma due buone notizie. Gli angeli esistono. E non importa quanto profondo sia il baratro in cui siamo caduti. Anche da laggiù si può riemergere...

un abbraccio

Alby ha detto...

Come sempre mi fai provare brividi nei tuoi post, ma questo non è solo brivido di emozione ma brivido nel provare a essere nei panni tuoi e sentire cosa si prova, forse l'ho provato quando il mio pargolo stava per lasciare la vita terrenea molto tempo fa e che ogni volta che penso a quel giorno i brividi freddi mi assalgono ancora, ma il tuo racconto mi ha fatto risentire quei brividi e se una lacrima nn è apparsa sul mio viso è perchè ho fatto uso della mia forza interriore, mi dispiace tanto per tutto questo, ma ora sono contento che hai ritrovato la serenità e il nuovo amore che ti farà vivere di nuovo da donna e ti darà emozioni al cuore, certe cose nn si dimenticano mai, certi momenti rimangono nella memoria e fanno e diventano parte di noi e nessuno dico nessuno credo puo farli cancellare, io ho sentito il tuo dolore mentre leggevo, e ho provato quello che tu in quel momento hai provato, ti auguro che il mondo ti dia la felicità che ti ha negato il passato e che possa il tempo farti avere solo un ricordo e non provocare dolore nel tuo ricordo piu brutto dopo un momento bello. ciao un abbraccio di vero cuore kissss

zefirina ha detto...

in silenzio ti abbraccio, tu sai perchè e non posso aggiungere altro

Pietro ha detto...

una storia bella da leggere ma non da vivere...

Balua ha detto...

.. che pugno nello stomaco.. quanti ricordi..

La sirena dell'ambulanza.. Il mio sesto senso.. Lui che stava arrivando da me.. Io che lo chiamavo e lui che non rispondeva.. E il suo ultimo messaggio.. NON MANCHEREI PER NULLA AL MONDO..

Poi la corsa sull'incidente, a pochi passi da casa.. Il ghiaccio che è sceso quando ho percepito che non ce l'avrebbe fatta.. Lui steso su quell'asfalto.. la rianimazione.. E l'alito freddo che mi ha attraversata quando il suo spirito se n'è andato.. Sapevo che non ce l'aveva fatta prima che lo dicessero..

E la sensazione di aver perso tutto..
Ho vomitato anche l'anima contro quel cancello..

Poi come un automa dal giorno dopo ho fatto tutto quel che c'era da fare.. Senza una lacrima.. Senza disperazione..

Al funerale ero pietrificata..

Ci ho messo mesi a elaborare il lutto e riuscire a piangere..

nel mentre ho fatto polpette della mia vita..

Alcol, troppo fumo, troppi uomini...

.. uno scempio.

Riuscire a risalire la china è stata durissima...

Balua ha detto...

Ti abbraccio Intri...

.. lieta che anche per te sia finalmente arrivato il momento di tornare a vedere la luce...

Dual ha detto...

Questo racconto regala emozioni forti!!!
Un saluto Dual

Pupottina ha detto...

quante emozioni in questa storia!

buon weekend

Pupottina ha detto...

anzi.... buon weekend romantico...

;-)

la signora in rosso ha detto...

Ci sono cose che segnano, la perdita di una persona amata è fra queste...Cicatrici che segnano...per fortuna la vita chiama..

ilaria ha detto...

Ogni parola sarebbe superflua...ti abbraccio forte...e pensa sempre che lui alla fine della tua vita ti aspettera'...sara' sulla riva ad accoglierti...mi viene da piangere:)

Luciano ha detto...

emozionante.
Ciao

Il Massimo ha detto...

Io ho vissuto la stessa esperienza. Qualche blogger si è pure permesso di mettere in dubbio quanto asserivo.
Vuoi che non ti capisca fino in fondo.
Ho molte ossa rotte ma ce l'ho fatta.
Mia moglie mi ha curato per due anni fin che ho riiniziato a camminare con le stampelle. La perdita del proprio amore la può capire fino in fondo chi ...
Scusa ... e ciao ...

Tintarella di... Luna ha detto...

Perche?
Non puoi farmi piangere così tanto,non riesco a frenare la lacrime e in alcuni momenti,spero che sia la più grande fantasia della tua penna.
Ma so che non è così,perchè ormai credo di conoscerti un pò e finalmente capisco da dove vengono alcune delle tue debolezze,ma anche da dove viene la tua straordinaria forza che cerchi di trasmettermi.E poi non è vero che questo è un piccolo spazio dedicato al tuo grande amore,tutto il tuo blog parla di lui,parla di te che sei stata parte di lui.
Un pò però mi dispiace che la voglia di scriverlo te l' ho fatta venire io,spero solo che ripensandoci non sia stato solo dolore,ma gioia di ricordare di aver conosciuto questa persona.
Non riesco a smettere di piangere...
emozionante,emozionantissimo post!!
P.S.
Però il prossimo post promettimi che sarà più allegro? :)

tempesta ha detto...

non ci sono frasi.....riesco solo a piangere.un bacio intriganti...sarai sempre nel suo cuore.

Inenarrabile ha detto...

Buon sabato e "spogliati delle tue passioni" sempre... ti auguro che aver scritto questo post ti sia servito a stare bene, un bacio.

xammax ha detto...

...penso nessuno potrà mai capire quello che si prova in situazioni del genere, tranne chi lo ha provato in prima persona...
solo il tempo potrà lenire in parte, al dolore che si è provato...

Il tuo racconto ha fatto riemergere dei fantasmi che con dolore avevo dimenticato...

Bacio

orchy ha detto...

La dolce intri...Un'esperienza che si spera di non dover mai provare...In questo momento non riesco a pronunciare parole...non servirebbero a nulla.
Sono ricordi che rimangono impressi per sempre.
Sono felice per il tuo nuovo amore...ti meriti tutta la felicità di questo mondo...:-) baci

Lieve ha detto...

Mi si è stretto il cuore a leggere questa storia.
Eppure, resta il fatto che tu abbia incontrato un grande amore, e non è cosa da tutti.
E dopo averlo perso, sei riuscita ad andare avanti, e neanche questo è da tutti. =)

A presto

Andy Sin ha detto...

Prima volta sul tuo blog e leggo questo post. Mi hai lasciato senza parole..

See ya

Domenico ha detto...

passavo per i bloggers ti lascio i miei più cordiali saluti .
Domenico
p.s. come al solito i tuoi post mi lasciano senza parole .

intrigantipassioni ha detto...

… avrei voluto rispondervi singolarmente, ma credo che ogni vostro saluto, ogni vostra opinione, non abbia bisogno di ulteriori commenti…
Mi accorgo sempre di piu’ del cuore e della sensibilita’ di chi passa per il mio blog, della vostra voglia di capire e delle cose che ci accomunano…
… purtroppo ho letto che alcuni hanno colto le parole anche per esperienza diretta… e questo mi dispiace. Mi dispiace perche’ nessuno dovrebbe provare un simile dolore…
… Abbraccio forte tutti quanti… mi date sempre molto… e scusatemi se non riesco a scrivervi ad uno ad uno, come le altre volte….

Alby ha detto...

Intri, non ti preoccupare, sappiamo bene che anche le tue poche parole sono piene di amicizia e che sai che siamo vicini a te, è vero che ognuno ha vissuto esperienze che vorebbe dimenticare, ma la memoria è difficile da annullare su certi passi della nostra vita, o forse non vogliamo dimenticare perchè l'amore è piu forte del dolore, ciao kisss

la bislacca ha detto...

Arrivo da te via Rockpoeta.
Ho due amiche che hanno vissuto la tua tragedia.
Non è che ci siano parole.
Sono contenta che tu abbia ripreso a vivere: solo questo.
Ciao.

SerialLicker ha detto...

molto off topic, lo so...
ma c'è un download-regalo per te
vallo a prendere

Anna ha detto...

Eccomi qua, amica mia.
La prima cosa che voglio dire è che dovrei ringraziare a vita quel testone di Pietro che ha fatto sì che io ti incontrassi.
Ho letto il post precedente a questo, e anche l'altro al quale rimandi. Li ho letti e riletti e mi è parso di stare in tua compagnia. Fisicamente intendo: di starti accanto e di sentirti respirare.
La vita ci sottopone a prove durissime, a volte. Anche io ho avuto le mie e so cosa significa tornare a tessere il filo della nostra vita con occhi e consapevolezze diverse. Rinascere è comunque bello,sia con un'amore, che con il corpo finalmente sanato.
Il tuo entusiasmo è lo stesso mio. Le tue parole più belle.
Un bacio e l'affetto di sempre.
Anna

Nokenicus ha detto...

Ciao, si spostano di salutare e anche per invitarvi a passare e vedere il mio blog per vedere se trovi qualcosa che ti piace e se ti piace per lo scambio di link, una sorta dendriti della luce o qualsiasi altra cosa vorrei dire, je.
Cheers e fino a quando la prossima volta.

Saludos desde Argentina, perdon por mi pesimo italiano,jeje.

Nokenicus ha detto...

Ciao, si spostano di salutare e anche per invitarvi a passare e vedere il mio blog per vedere se trovi qualcosa che ti piace e se ti piace per lo scambio di link, una sorta dendriti della luce o qualsiasi altra cosa vorrei dire, je.
Cheers e fino a quando la prossima volta.

Saludos desde Argentina, perdon por mi pesimo italiano,jeje.

Falco Delle Nevi ha detto...

Non ti auguro di dimenticare. Ti auguro di ricordare ogni attimo con lui.
Ti auguro la stessa forza di quel giorno. Perché hai affrontato la tempesta poggiata su una zattera, che grazie alla volontà di non affondare hai condotto alla riva della serenità. E questo la dice lunga, sulla persona che sei e che trasmetti in ogni parola di questo Blog.
La sofferenza si affievolisce, come ben sai, ma il ricordo rimane per sempre. Ed è meglio ricordare, anziché rimpiangere di non aver vissuto.

*La Jas... ha detto...

L'amore fa bene all'anima e atutto ciò che l'atttraversa...

fa male ricordare ,si soffre,e la mente cade in un vortice di pensieri notturni,e piange..
piange insieme agli occhi e fa male...ma forse con un lieve sorriso,si colma la malinconia del ricordo dei bei momenti vissuti-ù.

Asal ha detto...

sono mancata tanto.. e per questo mi sento un pò un cacchina secca... cedimi.
Questo post è da lacrimoni per un cuore da cremino come il mio e lo sai.
Un bacio forte e sincero
Asal

Lieve ha detto...

Sai, ripensando a questo tuo post mi è venuto in mente un verso di una poesia di Dylan Thomas

Anche se chi si ama si perde l'amore sarà salvo e la morte non avrà più dominio

Trovo che sia un'affermazione molto bella :)
Ciao Intri

Il Massimo ha detto...

Non ti devi scusare. Purtroppo e spesso si scrivono e si leggono banalità sia sui blog che in particolare su face Book. Questo però è tremendamente serio come argomento e non lascia spazio alle stupidaggini.
Con affetto.

Maurizio ha detto...

Nessun commento... unico, questo si.
Serena notte

Lorenzo ha detto...

mai come in questo caso le parole sono inutili, ma sono felice che tu sia qui.

Nokenicus ha detto...

Ciao, si spostano di salutare e anche per invitarvi a passare e vedere il mio blog per vedere se trovi qualcosa che ti piace e se ti piace per lo scambio di link, una sorta dendriti della luce o qualsiasi altra cosa vorrei dire, je.
Cheers e fino a quando la prossima volta.

Saludos desde Argentina, perdon por mi horrible italiano,je.

beatrice ha detto...

Mi fa male la pancia, adesso.
Come se qualcuno la tenesse stretta dentro un pungo.
Non riesco a far venire fuori le lacrime.
Ti abbraccio, posso far solo questo.

Lone Wolf ha detto...

Arrivo sulle note degli Avion Travel per ricambiare il tuo pensiero nel tuo post più feroce e più gentile.

La bellezza d'una persona non si misura dalle parole che scrive, ma dal modo in cui riesce a fartele sentire come se le stesse sussurando all'orecchio di ciascuno.

La Follia che mi pervade non mi consentirà mai di comprendere appieno le emozioni che sei in grado di regalare.

Però mi consenti di provarci.

E questo, per il Lupo, è sempre il più grande dei doni.

Bellezza è l'unica parola che ancora conosco, stasera.

...................................